Il dipinto raffigura la parabola del Ricco Epulone narrata da Luca nel suo Vangelo per evidenziare la vanità della ricchezza, ma la parabola è solo il pretesto per l’illustrazione dettagliata e realistica di un interno con cucina e banchetto. L’attenzione, in realtà, è rivolta soprattutto a mostrare la cucina con tutte le stoviglie in rame e peltro e la febbrile attività degli inservienti al lavoro. Il quadro è opera della industriosa bottega di Francesco Bassano e deriva da un modello del suo più celebre padre Jacopo da Bassano, più volte replicato.  Era normale replicare (magari con piccole varianti) una composizione di successo, perché garantiva una sicura vendita.

Luogo

Percorsi Tematici