Natura morta con brocca di vetro, strumenti musicali, libri, spartito musicale, foglio di lettera, tazzine di porcellana, nastro.
Il dipinto è opera del pittore reggiano Cristoforo Munari, uno specialista della natura morta. Su una mensola di pietra sono posti, con apparente disordine, numerosi oggetti e tre strumenti musicali, un mandolino, una chitarra ed un flauto. E’ una composizione ripetuta dal pittore in numerose opere, applicando ogni volta piccole varianti. Il dipinto riporta la data 1712 nella lettera a sinistra e il nome non completo dell’artista, Christo, che aveva tratto in inganno la critica facendo attribuire il quadro al fiammingo Christian Roeder. Da notare la resa tattile degli oggetti di cui si percepisce la consistenza del materiale con cui sono fatti, come nelle due tazzine di porcellana a destra.

Luogo

Percorsi Tematici