Il dipinto è stato attribuito al pittore Francesco Canini, recentemente identificato come autore di alcune pale d’altare nel territorio senese. Gesù è con i due discepoli che lo avevano invitato a cena, senza riconoscerlo, dopo la Resurrezione. Egli indossa, secondo un’iconografia frequente, l’abito da pellegrino individuabile dalla conchiglia che ha sul petto, segno di riconoscimento dei pellegrini e in particolare di coloro che si recavano a Santiago di Compostella, al santuario di San Giacomo Maggiore. Da notare che i pellegrini riportavano la conchiglia come prova dell’avvenuto pellegrinaggio a Santiago, cosa che li esentava dal pagamento di pedaggi lungo il viaggio di ritorno.

Location

Tematic Paths