Al centro della scena il gruppo della Madonna col Bambino su un prato con erbe e fiori. Dietro, il frutteto con mele cotogne e melograni, simbolo di redenzione e perfezione divina, funge da piano di separazione richiamando il concetto dell’Hortus conclusus (giardino recintato). Sul fondo un minuzioso e fiabesco paesaggio con campi di forme regolari, due città murate contrapposte, colline, un fiume sinuoso che taglia in alto la scena e sfocia in un lago, esili alberelli e sparse casette, sembra formare quasi un’aureola attorno alla Madonna. La rappresentazione naturalistica dei fiori e delle piante costituisce un minuzioso resoconto botanico il cui significato è collegato alla rappresentazione della scena principale. In particolare nel prato si riconoscono garofani a cinque petali dalle sfumature rosate simbolo di amore divino, una margherita, viole mammole blu simboli di purezza e innocenza con accanto fragoline di bosco.

Luogo

Percorsi Tematici