La chiesa gotica è a navata unica, suddivisa in tre campate e abside rettangolare. È possibile ricostruire attraverso un’iscrizione, anche se lacunosa, la data approssimativa degli affreschi del coro che si colloca tra il 1360 ed il 1370. Il coro fu interamente affrescato dal pittore senese Lippo Vanni (notizie dal 1344 al 1375), con il ciclo dedicato alla Vergine. Sulla parete di fondo è raffigurata l’Annunciazione e ai lati la Presentazione al tempio e Lo Sposalizio della Vergine. Sulle quattro vele della crociera, sottolineate da un fregio decorato a mosaico, sono raffigurate schiere di angeli che cantano e suonano, sullo sfondo figure di cherubini. Sul prospetto dell’arco di accesso al coro c’è l’Assunzione della Vergine che doveva essere attorniata da un gruppo di Apostoli di cui rimangono solo quelli della parete sinistra. Nei piedritti dell’arco sono state recuperate le figure in piedi di San Leonardo, di Sant’Agostino e la raffigurazione di quest’ultimo seduto di fronte a santa Monica, scena ambientata in un prato fiorito. Sotto la figura di San Leonardo sono quattro storie della vita del Santo, corredate da iscrizioni. Nel locale a pian terreno, originariamente destinato a refettorio, si trova a tutta parete un altro pregevole affresco, restaurato nel 1959, raffigurante la Crocifissione, attribuita a Giovanni di Paolo (Siena, 1403-1483) nel suo periodo giovanile, intorno al 1445 .

Luogo

Percorsi Tematici