La pala nasce come unica pittura originale della chiesa, è datata e firmata da Matteo di Giovanni pittore attivo dalla metà del Quattrocento e attento alle novità rinascimentali, come si vede nella simmetria dell’impostazione scenica e nella prospettiva del trono. Maria indossa una veste dorata con decorazioni floreali e un mantello azzurro tenuto chiuso da una spilla gioiello e decorato nel bordo inferiore da un motivo dorato con lettere pseudo cufiche (arabe). Gli angeli reggono palle di neve, in ricordo della miracolosa nevicata d’agosto, episodio narrato nella predella (la tavoletta dipinta in basso) dove sono dipinti gli stemmi Cinughi che ricordano la committenza del vescovo Giovanni.

Luogo

Percorsi Tematici